farmacia-protetta.-le-buone-pratiche-per-una-salute-comune

Apoteca Natura, il primo network internazionale di Farmacie Benefit® al mondo, lancia un Protocollo validato di misure di sicurezza in Farmacia per prevenire la diffusione del virus SARS-CoV-2 e proteggere farmacisti e clienti.

In collaborazione con Associazione Medici per
l’Ambiente (ISDE) e Cittadinanzattiva.

A partire dal mese
di ottobre 2020, con una progressiva implementazione nelle Farmacie della
Rete, Apoteca Natura attiva un Protocollo dal
nome 
“Farmacia Protetta” in
cui vengono fissate le misure fondamentali da utilizzare in Farmacia per
prevenire la diffusione del virus SARS-CoV-2
.

Il Protocollo
è validato da ISDE (Associazione Medici per
l’Ambiente)
 e Cittadinanzattiva, l’organizzazione
che promuove l’attivismo dei cittadini per la tutela dei diritti, la cura dei
beni comuni, il sostegno alle persone in condizioni di debolezza.

Il progetto rappresenta una “cassetta degli attrezzi” che sarà a disposizione di ogni singola Farmacia del network per tentare di rendere il più possibile la Farmacia un luogo protetto.

Si tratta di un vero e proprio formulario attraverso il quale ciascuna Farmacia potrà agire in modo consapevole in una valutazione preliminare dei possibili rischi e dei punti critici legati alla situazione specifica e nell’adottare le misure proposte declinandole sulla propria realtà, con l’obiettivo di garantire la sicurezza e la tutela della salute dei lavoratori e degli utenti.

È noto come la trasmissione del SARS-CoV-2 avvenga prevalentemente mediante il contatto tra una persona infetta (anche senza sintomi) e una sana, attraverso l’inalazione di micro-goccioline (droplets) generate mentre si parla o con la tosse e gli starnuti. Tali droplets generalmente si propagano per brevi distanze (circa 2 metri) e possono direttamente raggiungere le mucose nasali, orali o le congiuntive di soggetti suscettibili oppure depositarsi su oggetti e superfici. Se gli oggetti e le superfici vengono contaminati da droplets o da secrezioni respiratorie (saliva, secrezioni nasali, espettorato) il virus si può trasmettere indirettamente (toccando quelle superfici con le mani e poi portandole a contatto con una mucosa come occhi o naso), anche se la probabilità di contaminazione per questa via è più difficile e molto bassa. In generale, i Coronavirus umani possono rimanere vitali e mantenere la capacità infettante su superfici inanimate a temperatura ambiente per un periodo variabile da 30 minuti a 7 giorni.

È facile comprendere
dunque come mettere in atto delle azioni per il contenimento del virus sia
cruciale in questo particolare contesto mondiale. È per questo
che da ottobre 2020 le Farmacie
Apoteca Natura diventano più “protette”
, attivandosi con delle buone
pratiche per una Salute Comune
.

Le raccomandazioni igieniche sono molteplici e relative alla Farmacia nel suo complesso, quanto nello specifico agli ambienti dedicati all’autodiagnosi. ,

Tali raccomandazioni vanno dalla pulizia e disinfezione dei locali delle farmacie (ingresso, mobili, suppellettili, aree di autodiagnosi, etc.), alle protezioni personali dei farmacisti e degli utenti (barriere in plexiglass, visiere, camici monouso, calpestabili per distanziamento), corretto utilizzo di guanti, mascherine e gel/spray igienizzante, fino a una corretta gestione del ricambio d’aria.

Il Protocollo è pubblicato online sia a scopo informativo che per offrire spunti al pubblico relativamente al proprio quotidiano.

Molti dei comportamenti suggeriti per la Farmacia possono, infatti, valere per private abitazioni, uffici o esercizi commerciali. Il Protocollo vuole, inoltre, costituire un vero e proprio patto tra Farmacia e cittadino, perché la Salute di tutti deriva da una responsabilità reciproca. Non basta, infatti, adottare le cautele descritte se ognuno non si comporta con senso di responsabilità.

Il Network, in
quanto Benefit e certificato BCorp®, pone inoltre in evidenza nel Protocollo non solo
il tema della Protezione, ma anche la sostenibilità
ambientale
, ovvero le buone pratiche da mettere in atto per contrastare il
Covid senza danneggiare il pianeta.

L’uso irrazionale dei guanti di plastica e delle mascherine può, infatti, portare ad un aumento considerevole dei rifiuti, il loro abbandono nell’ambiente o lo smaltimento incongruo possono altresì danneggiare direttamente l’ambiente e noi stessi.

Siti utili

Vi ricordiamo che per Norme,
circolari e ordinanze (in continuo aggiornamento) è necessario controllare
periodicamente i vari siti, qua sotto un elenco generale:

Bibliografia

  • Rapporto ISS Covid-19, n. 17/2020.
  • Circolare Ministero della Salute, Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria, n. 17644 del 22/05/2020.
  • Rapporto ISS Covid-19 n.25 del 15/05/2020.
  • “Is wearing gloves an effective defense against COVID-19?”, Ohio State University College of Medicine.
  • European Centre for Disease Prevention and Control, “Using face masks in the community”, Stockholm: ECDC; 2020.
  • DPCM 26/04/2020.
  • Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome 20/92/CR01/COV19, “Nuovo coronavirus SARS-CoV-2, Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche e Produttive”.
  • Rapporto ISS Covid-19 n.5/2020.
  • Cleaning and disinfection of environmental surfaces in the context of COVID-19”, WHO Interim guidance 15 May 2020.
  • Www.saluteinternazionale.info/2020/05/inquinamento-crisi-climatica
  • WHO Manifesto for a healthy recovery from COVID-19. Prescriptions for a healthy and green recovery from COVID-19”, 26 May 2020, https://www.who.int/news-room/feature-stories/detail/who-manifesto-for-a-healthy-recovery-from-covid-19
  • (Nota A) Norma UNI EN 13779/2008, Ventilazione degli edifici non residenziali.
  • DPCM 11/06/2020.
  • 14. Epidemiologia e Prevenzione, Rivista dell’Associazione Italiana di Epidemiologia, La protezione respiratoria contro il virus SARS-CoV-2, https://repo.epiprev.it/index.php/2020/04/14/la-protezione-respiratoria-contro-il-virus-sars-cov-2/

Autori

  • Dott.ssa Maria Grazia Petronio Dirigente Medico specialista in Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica. Professoressa a contratto presso la Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina preventiva dell’Università di Pisa. Presidente di Associazione Medici per l’Ambiente (ISDE) Pisa.
  • Dott.ssa Vitalia Murgia Medico, specialista in Pediatria. Centro Studi per la formazione e la ricerca in pediatria del territorio. Docente al Master di II liv. in Clinical Pharmacy Università Milano-Cagliari-Granada e al Master in Nutrizione e Nutraceutica dell’età evolutiva Università degli Studi di Pavia. Associazione Medici per l’Ambiente

L’articolo Farmacia Protetta. Le buone pratiche per una salute comune proviene da Siamo Benefit.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi